È discriminatorio monitorare gli account dei social media dei dipendenti?

discriminatorio per controllare il conto sociale del tuo dipendente

Con la crescita della popolarità dei social media come Facebook, Twitter e Instagram, la nostra lingua, la relazione e il processo di assunzione sono stati tutti colpiti. Alcuni datori di lavoro cercano persone che potenzialmente vogliono assumere. Dai datori di lavoro che hanno esaminato, 65% di loro ha riferito che la professionalità e la condotta sociale dei candidati sono stati la ragione principale dietro proiettandoli sui social media.

Il processo di screening a volte coinvolge i dipendenti che sono invitati a condividere i loro profili di social media con il potenziale datore di lavoro e talvolta, i nomi utente e le password sono anche chiesto di essere divulgati. Tuttavia, con nuove normative vigenti, tali informazioni non possono più essere richieste dai potenziali assunti.

Un dentista pediatrico di 29, il dottor Harris riporta la sua esperienza che ha deciso di bloccare il suo datore di lavoro dal suo account sui social media. Tuttavia, facendo ciò, il datore di lavoro ha contattato un suo amico di Facebook attraverso il quale è stato in grado di tenere traccia di lei. Desiderarono cercare informazioni su di lei con grande vigore e oltre al suo profilo Facebook; anche il suo ufficio e le note erano guardati. Il suo computer è stato anche cercato per qualsiasi cosa non approvassero e il datore di lavoro desiderava conoscere ogni minimo dettaglio su dove trascorreva il suo tempo libero e le sue vacanze. Lei, tuttavia, crede che questo trattamento sia stato pensato solo per lei a causa della sua razza.

Il dottor Harris è stato chiesto una volta a partecipare ad un incontro con i partner dell'azienda in cui ha lavorato dove ha affrontato il contenuto afroamericano che aveva caricato sulla sua pagina personale di Facebook. I datori di lavoro hanno messo in dubbio le sue convinzioni in merito e le hanno dato l'ultimatum per ridimensionare i post che ha caricato o per lasciare il lavoro. Ha scelto quest'ultimo.

Secondo la US Equal Employment Opportunity Commission, si applicano leggi federali che ritengono illegali qualsiasi discriminazione nei confronti di un dipendente o di un potenziale richiedente basato sul sesso, la religione, la razza, l'età, la disabilità, l'origine nazionale o le informazioni genetiche di questa persona. Quando un avvocato legale per l'EEOC è stato chiesto se il dottor Harris fosse stato considerato come molestie, il Consiglio ha affermato che le molestie dovrebbero essere dimostrate su una delle basi statutariamente protette.

Il consulente ha affermato che le molestie sono generalmente considerate una serie di comportamenti di offensiva che, se considerati insieme, tendono ad essere molto gravi per modificare i termini di occupazione. Il consiglio ha dato la sua esperienza dei casi in cui ha lavorato con cui coinvolge Facebook affermando che la questione in genere è costituita da una serie di cose negative che si verificano sul posto di lavoro che sono direttamente correlate allo status protetto dell'individuo.

Tenuto conto del caso del dottor Harris ancora una volta, l'Employee Online Privacy Act di 2014 è stato firmato dal governatore nel maggio di 2014. Il disegno di legge impedisce ai datori di lavoro di chiedere ai loro dipendenti di divulgare i loro nomi utente e password al datore di lavoro, a meno che non sia in circostanze particolari.

Per il dottor Harris, il problema più grande era che a causa delle cose che succedevano a Ferguson, Mo e in Black America era l'esatta ragione per cui il cambiamento non poteva verificarsi. Crede che un certo numero di individui che sono sotto la sua posizione e siano professionisti non parlano con quello che sperimentano perché hanno paura di perdere il loro posto di lavoro.

L'atto di alla ricerca di dipendenti online e tenere d'occhio le loro vite personali come il caso di cui sopra sta molto accadendo. Mentre esaminiamo potenziali dipendenti è sicuramente suggerito, farlo a questo estremo è improbabile che sia apprezzato da chiunque si rivolge al lavoro e può comportare una grande quantità di ostilità e eventuali azioni negative.

Ti potrebbe piacere anche

Altri post simili

Menu