Facebook e WhatsApp Pericoli per gli adolescenti

pericoli di facebook whatsapp

La nostra ricerca ha sviluppato un presupposto generale secondo cui ogni app o sito Web di social media, indipendentemente dalla natura, dall'utilizzo, dall'accettabilità e dalla popolarità, pone gravi vincoli e minacce agli utenti. Il bene e il male vanno insieme Facebook e WhatsApp. Queste due app di social media sono diventate così popolari che milioni di persone le utilizzano quotidianamente per comunicare e condividere informazioni. Questo articolo è rivolto ai genitori che dovrebbero essere consapevoli dei pericoli di Facebook e WhatsApp insieme alle misure preventive per ridurre al minimo le conseguenze negative.

Prima di discutere i pericoli di entrambi, fai sapere ai genitori cosa sono Facebook e WhatsApp. Facebook è un sito di social media gratuito che accoglie milioni di utenti con account originali o falsi. Il sito offre intrattenimento e svago a tutte le persone. Il forum non ha politiche rigide in materia di registrazione e creazione di account. L'accesso aperto concesso dal team di Facebook accumula gravi pericoli associati ad ogni attività ed eventualità che l'utente svolge sul sito. Allo stesso modo, WhatsApp è un servizio di messaggistica gratuito che funziona quando lo smartphone è connesso a Internet. Le statistiche sull'utilizzo e sul numero di utenti di WhatsApp informano che questo è il servizio SMS ineguagliabile e imbattibile nel mondo dei social media di oggi. Un utente può comunicare tramite SMS ed è inoltre facilitata la condivisione di immagini, file audio, video, collegamenti e la creazione di gruppi.

Una breve introduzione alle due app di social media consentirebbe ai genitori di capirle. La maggior parte dei genitori al giorno d'oggi usa anche se stessa, ma i genitori non esperti di tecnologia ne trarrebbero beneficio per acquisire conoscenze sull'uso di Facebook e WhatsApp da parte dei loro figli. Sebbene entrambe le piattaforme siano per una migliore comunicazione e una migliore connettività, le politiche di entrambe sono favorevoli per molti fattori irrilevanti. I fattori irrilevanti includono utenti indesiderati, cyber bulli, sestorsionisti, gruppi estremisti e altri colpevoli dei social media. Qui abbiamo raccolto i pericoli comuni che gli adolescenti incontrano mentre li usano.

Possibili minacce e pericoli Whatsapp di Facebook: –

Contenuto per adulti:

Come abbiamo già accennato, chiunque può accedere a questi forum per la comunicazione e la politica non rigorosa relativa all'uso diventa molto favorevole per gli adolescenti che si iscrivono e iniziano a utilizzare. Facebook consente alle persone di età pari o superiore a 13 anni, mentre WhatsApp richiede 16 anni. Questa flessibilità offre agli adolescenti uno spazio immenso per utilizzare siti solo per adulti e giovani. Il contenuto condiviso qui non è controllato; chiunque può condividere qualsiasi materiale. Roba porno, materiale sessuale e contenuti offensivi sono onnipresenti su Facebook e WhatsApp. Inoltre, nessuna misura di sicurezza riguardante il profilo e l'impostazione dell'account da parte degli utenti invita i cyber bulli a unirsi a loro con segnalazioni anonime e sfruttarne i diritti.

Rischio predatore:

I ragazzi che usano questi forum non sanno esattamente chi c'è dietro un particolare account a meno che o fino a quando non parlano con loro in diretta video, ma qui possono far sedere anche qualcun altro. Il punto è che gli adolescenti non sanno con chi stanno parlando e chiunque può inviare loro una richiesta o prendere un numero di contatto e mettersi in contatto su WhatsApp. Questo uso pubblico di Facebook e WhatsApp offre ai bulli la possibilità di diventare amici di adolescenti, parlare con loro, usarli, ammazzare il loro tempo, ottenere informazioni personali e infine rapirli o prelevarli per qualsiasi attività legale.

sexting:

Ancora una volta i social media senza regole diventano un hub di informazioni senza le loro definizioni. Un adolescente che avrebbe dovuto unirsi a gruppi funzionali per scopi educativi e letterari diventa dipendente dal materiale pornografico e parla con persone che lo fanno da molti anni. Tuo figlio, tua figlia o tuo figlio può condividere foto personali e consentire cyber bulli per attaccare ed incontrare loro. L'opzione di messaggio personale, INBOX, su Facebook, è generalmente progettata per parlare in privato. Quello che succede qui è sconosciuto a nessuno tranne che ai due; che comunicano. Scava e scopri quali meraviglie hanno vissuto i bambini.

Tagging e Poking, chiamate per i bulli:

Facebook ha una funzione che consente agli utenti di taggare le persone nelle loro liste. Una volta che un amico viene taggato, il post o il materiale condiviso diventa accessibile a migliaia di persone e si diffonde rapidamente. Questo è uno dei momenti profondi che spesso i ragazzi commettono. Non sono consapevoli del fatto che il loro tagging è un appello diretto ai cyberbulli e ai predatori. Il tagging consente a chiunque di controllare e visitare il file della persona che ha taggato gli altri, mentre il Poking viene utilizzato per attirare l'attenzione degli utenti con cui le persone vogliono parlare o comunicare. Dovrebbe essere evitato.

Statistiche sull'uso di Facebook:-:

Qui presentiamo le statistiche attuali che informano quante persone le usano quotidianamente e quante informazioni vengono condivise quotidianamente. Le statistiche servono ai genitori per capire che i loro figli sono tra milioni di utenti e un obiettivo diretto per chiunque.

Come segue il report statistico dell'utente Facebook

  • Facebook ha attualmente 2.895 miliardi di utenti attivi.
  • 93 miliardi di persone usano Facebook mensilmente.
  • Gli utenti attivi giornalieri di Facebook ammontano a 1.908 miliardi.
  • Gli utenti di Facebook trascorrono in media 19.7 ore al mese.
  • Ogni giorno vengono pubblicate oltre 1 miliardo di storie tramite l'app Facebook.

Il numero medio di post su Facebook è di 1.68 volte al giorno, comprese foto 28.8%, video 17.1% e post di stato 1.8%.

Statistiche sull'utilizzo di WhatsApp:-:

  • WhatsApp ha attualmente più di 2000 miliardi di utenti attivi.
  • Oltre 2.24 miliardi di persone usano WhatsApp mensilmente.
  • Tramite WhatsApp vengono scambiati circa 100 miliardi di messaggi e chiamate vocali.
  • Quasi le persone trascorrono 19 ore su WhatsApp in un mese.
  • WhatsApp è utilizzato in oltre 180 paesi in tutto il mondo.

Soluzioni possibili I genitori possono implementare: -

I dati sopra riportati rivelano l'intera storia. Raccomanderemo le migliori soluzioni e le misure preventive che i genitori possono adottare per migliorare la sicurezza dei propri figli e impedire loro di finire nelle mani sbagliate.

  • I genitori dovrebbero consentire ai propri figli di utilizzare smartphone e app di social media solo quando lo ritengono opportuno. Il fattore età dovrebbe sempre essere considerato quando si consente ai bambini di accedere a Facebook e WhatsApp.
  • I genitori possono aggiungere i propri figli agli elenchi dei loro amici per controllare cosa fanno i loro figli.
  • E con che tipo di persone comunicano.
  • Educare i bambini sui dettagli di tagging e post-condivisione. Dovrebbero essere istruiti a non taggare nessuno e a condividere pubblicamente i propri post.
  • I genitori devono dire ai bambini di migliorare la loro sicurezza limitando le persone irrilevanti. L'opzione SETTING su Facebook consente all'utente di creare pareti protettive e di decidere chi può controllare i propri profili.
  • Se un utente anonimo irrita i ragazzi, bisogna dire loro di usare liberamente l'opzione BLOCCA.
  • Le informazioni personali come numeri di contatto, e-mail, indirizzi personali e informazioni familiari devono essere limitate solo agli amici conosciuti e a coloro di cui ci si può fidare.
  • La comunicazione di WhatsApp avviene tramite numeri di contatto, quindi deve essere tenuta al sicuro dall'accesso dei cyber bulli.
  • I bambini dovrebbero essere informati di non rispondere a email o messaggi sconosciuti.
  • Tuttavia, i genitori possono utilizzare TheOneSpy (TOS) bambini spiare e monitorare app per accedere ai dettagli dei social media di un utente. Attraverso l'app TOS, i genitori possono garantire una maggiore sicurezza e un solido controllo sull'uso di Facebook e WhatsApp.

TheOneSpy ha potenti funzionalità per controllare le attività WhatsApp e Facebook dei bambini. Guarda!

Leggi le chat

TheOneSpy te lo consente leggere, inviare o ricevere messaggi su Facebook e WhatsApp. Oltre a questa funzione ti informa chi invia il testo e chi lo invia tuo figlio. Spy chat di Facebook e Spiare la chat di messaggistica di WhatsApp le funzionalità ti consentono di identificare attività di chat insolite di tuo figlio e intraprendere le azioni necessarie.

Ascolta le conversazioni di chiamata FB e WhatsApp.

Se tuo figlio chiama segretamente tramite app di social media. Quindi non preoccuparti. TheOneSpy risolve il tuo problema con questa potente funzione per monitorare da remoto le chiamate in entrata e in uscita e ascoltare la loro conversazione, incluso il dettaglio della durata della chiamata con un timestamp.

Visualizza i loro file multimediali condivisi.

Puoi tenere d'occhio i file condivisi dei tuoi figli. Con questo, puoi vedere cosa condivide tuo figlio tramite Facebook o WhatsApp e che tipo di immagini, video e documenti riceve e archivia sul proprio dispositivo.

Blocco app remoto

Con la funzione di blocco delle app, puoi controllare le app installate utilizzate dai tuoi figli. Te lo permette bloccare le app inappropriate senza toccare il loro dispositivo e garantire la loro sicurezza online.

Controlla l'elenco dei contatti

TheOneSpy ti consente di controllare l'elenco dei contatti degli account dei social media di tuo figlio. Ti consente di sapere chi è in contatto con i tuoi figli e con chi parlano. Inoltre, puoi eliminare da remoto qualsiasi contatto sospetto dal proprio dispositivo.

Screen Recorder

Questa incredibile funzionalità ti consente di vedere tutto ciò che è accaduto sul dispositivo di tuo figlio. Con una diretta funzione di registrazione dello schermo, puoi vedere cosa sta facendo tuo figlio su Facebook e WhatsApp. Registratore dello schermo di Facebook e Registrazione dello schermo di WhatsApp ti consente di registrare facilmente lo schermo del dispositivo di destinazione in remoto e successivamente l'utente può visualizzare il file registrato dal pannello di controllo web.

Conclusione:

Questo articolo rivela informazioni di base su Facebook, WhatsApp, i suoi pericoli e la soluzione migliore. Quindi, puoi garantire la sicurezza online dei tuoi figli installando l'app TheOneSpy. Dà un vento freddo a tutti i genitori preoccupati con un'app di controllo parentale legale che non viola mai la privacy di nessuno.

Ti potrebbe piacere anche

Per tutte le ultime notizie di spionaggio / monitoraggio dagli Stati Uniti e da altri Paesi, seguici su Twitter , come noi su Facebook e iscriviti al nostro YouTube pagina, che viene aggiornata quotidianamente.