Monitoraggio dei dipendenti convalidato dal tribunale spagnolo

Impiegato-monitoraggio-convalidato

Il Tribunale Costituzionale, la corte costituzionale della Spagna, ha pronunciato una sentenza di rilievo nel caso di Perez Gonzalez contro Alcaliber SA in ottobre, ritenendo che le aziende possono accedere e monitorare le comunicazioni condotta dai dipendenti attraverso le risorse IT della società che comprende testi e messaggi di posta elettronica come parte di qualsiasi indagine svolta per il comportamento scorretto da parte dei dipendenti.

Alcaliber ha respinto Perez Gonzalez per fornire segreti commerciali ai suoi concorrenti. L'azienda ha acceduto alle email aziendali del proprio dipendente e il disco rigido del portatile, mentre in presenza del notaio pubblico a causa di sospetti contro il dipendente per errori e un passo in corso stava per confermare i motivi del licenziamento. Le e-mail datate in 2007 e 2008 hanno confermato i sospetti che la società aveva riguardo al loro impiegato avendo divulgato informazioni relative alle colture di papaveri dell'anno precedente dall'account della società a un concorrente della società.

L'impiegato ha contestato il suo licenziamento per motivi di risoluzione definitiva e ha anche confutato che le e-mail non erano sufficienti per essere prove contro di lui, affermando di aver avuto diritto fondamentale alla privacy e al segreto mentre la comunicazione è parte dell'articolo 18 della Costituzione spagnola. La corte costituzionale, tuttavia, ha ritenuto che il dipendente non abbia una ragionevole fondate aspettative di riservatezza mentre stava utilizzando il conto di posta elettronica della società o qualsiasi altra comunicazione che avvenisse sul luogo di lavoro in cui il monitoraggio è prevedibile. Inoltre, l'accordo di contrattazione collettivo della società ha anche affermato che le reti di proprietà delle società per le comunicazioni non potevano essere utilizzate per ragioni che non erano legate al lavoro. Così su questa base, il tribunale si trovava in base alla sua decisione del Tribunale del lavoro di Madrid e l'Alta Corte di Giustizia affermando il licenziamento.

La corte costituzionale spagnola non ha visto il licenziamento come sproporzionato considerando la gravità di condivisione di informazioni riservate Per la compagnia. Il tribunale ha anche stabilito che la società dovrebbe essere permesso di monitorare le comunicazioni dei dipendenti per verificare i sospetti che possono avere per quanto riguarda le trasgressioni effettuate in quanto il monitoraggio è necessario in tali casi per fornire prove per il licenziamento.

Considerando questo caso, i datori di lavoro e dipendenti dovrebbero imparare che il diritto a privacy e della riservatezza è sicuramente un problema molto sensibile e uno che deve essere trattato con cura. La cosa migliore che può essere fatta è che i datori di lavoro introducano politiche ben arrotondate che dovrebbero spiegare chiaramente ai propri dipendenti e dipendenti dovrebbero essere consapevoli delle loro azioni mentre sul posto di lavoro. Quando entrambe le parti interessate trattano la questione su un piano di parità, questioni come queste e altre gravi possono essere evitate. Prendere una causa al tribunale può richiedere più tempo per farlo e può lasciare sia il datore di lavoro che il dipendente in uno stato di esaurimento, motivo per cui entrambe le parti devono lavorare insieme. Dichiarando chiaramente tali politiche, i datori di lavoro possono stare al sicuro e consentendo ai dipendenti di conoscere l'esistenza di tali politiche, anche loro possono comportarsi di conseguenza.

Ti potrebbe piacere anche
Menu