Brainjacking: nuova minaccia per la sicurezza informatica in aumento

Brainjacking Nuova minaccia alla sicurezza informatica

Il mondo contemporaneo è interconnesso l'un l'altro in termini di dispositivi informatici e ci ha servito in vari aspetti della nostra vita e ha reso tutto più facile. Tuttavia, il mondo wireless moderno ci ha resi vulnerabili agli attacchi di sicurezza informatica al massimo. Al giorno d'oggi, nulla è impossibile da hackerare, formare telefoni cellulari, computer laptop e desktop, auto e persino le luci del tubo. Ma la minaccia molto pericolosa sta comparendo sui dispositivi medici impiantati. Inoltre, gli esperti hanno dimostrato quale sicurezza sui pacemaker è possibile violare anche le pompe di insulina, con maggiori probabilità di provocare conseguenze brutali e drammatiche.

Laurie Pycroft, Ph.D. Candidato, Università di Oxford

Il ricercatori di Oxford Neurochirurgia funzionale hanno scritto nel documento sulle minacce alla sicurezza sotto forma di protesi cerebrali. "Il controllo non autorizzato delle protesi cerebrali o del" brainjacking "è stato scientificamente romanzato negli ultimi due decenni e il continuo progresso tecnologico lo rende possibile.

Minaccia di sicurezza informatica come stimolazione cerebrale profonda

La stimolazione cerebrale profonda (DBS) il sistema è uno degli impianti cerebrali più comuni o il brainjacking. Si basa sugli elettrodi impiantati fissati profondamente all'interno e sul cervello attaccato ai fili umani posti sotto la pelle che ricevono segnali dallo stimolatore fissato nel cervello.

D'altra parte, lo stimolatore contiene la batteria, un microprocessore e l'ultima ma non meno importante antenna di comunicazione wireless che consente ai medici di programmarlo. È caratterizzato come più probabile per il pacemaker cardiaco, con la sua eccezione di essere direttamente collegato al cervello.

Stimolazione cerebrale profonda Il sistema DBS è in grado di trattare diversi disturbi. È uno dei modi efficaci per curare il morbo di Parkinson, e spesso si è concluso con risultati drammatici e inoltre, è anche considerato il migliore per trattare la distonia, il tremore necessario e il dolore cronico severo. Tuttavia, è anche adatto per le condizioni del paziente con depressione e sindrome di Tourette.

In che modo Brain Stimulators Minaccia per la sicurezza informatica?

La capacità di indirizzare più regioni del cervello insieme a diverse tipi di parametri di stimolazione cerebrale consente ai neurochirurghi di ottenere il controllo del cervello umano per sradicare i sintomi dolorosi. Quindi, il controllo sul cervello con una tale precisione senza fili da parte di stimolatori controllati aumenta le possibilità per i cyberattacchi maligni di andare oltre i limiti per controllare le pompe di insulina o gli impianti cardiaci nel territorio di attacchi profondamente preoccupanti.

Minacce di sicurezza informatica di controllo remoto

Potrebbero esserci molti esempi di possibili attacchi di cybersicurezza per il controllo remoto che includono l'alterazione delle impostazioni di stimolazione. Pertanto, i particolari pazienti con dolore cronico o il dolore grave causato si sentirebbero senza la stimolazione. Inoltre, quando si tratta del paziente del Parkinson può avere la capacità di muoversi in modo auto-cosciente. Il talentuoso attaccante ha maggiori probabilità di indurre cambiamenti comportamentali in termini di iper-sessualità o gioco d'azzardo patologico.

Tuttavia, possono esercitare a distanza un tipo limitato di controllo sul comportamento del paziente attraverso le regioni stimolanti del cervello in base all'apprendimento della ricompensa per gli ordini di qualche tipo di azione. Gli hacker sono molto difficili da governare, ma quando si tratta di talento tecnologico di alto livello e potere di monitorare la vittimaun hacker esperto di black odio avrebbe più probabilità di gestirlo.

Soluzioni per prevenire le minacce alla sicurezza informatica: implementazione in questione

Le soluzioni proposte sono il numero di per prevenzione delle minacce alla cibersicurezza al brainjacking. Tutte le soluzioni sembrano più resistenti agli attacchi online e da remoto. Ma i creatori dei dispositivi sono confusi in particolare per l'implementazione delle funzionalità di sicurezza. Attualmente, le caratteristiche delle soluzioni non sono ancora in grado di supportare il sistema di sicurezza perfettamente progettato che dovrebbe essere utilizzato nel mondo reale.

Gli impianti sono costituiti dalla batteria pesante, dalle dimensioni e dalla capacità della batteria che alla fine sembra non essere installata. I dispositivi sono nella gamma del personale medico al momento dell'emergenza perché è importante averlo in momenti cruciali. Tutte le interessanti funzionalità che potrebbero controllare gli impianti o il brainjacking con l'uso del cellulare, i computer collegati al cyberspazio, dovrebbero aumentare rispetto al rischio che le caratteristiche particolari possono causare.

Brianjacking o Brian Implants potrebbero aumentare le minacce alla sicurezza informatica

In questi giorni con l'aumento nel aumento degli impianti cerebrali di tecnologia diventando molto comune. Viene approvato per la cura delle malattie, più economico e con caratteristiche multiple in particolare per l'impianto con un cervello umano. Anche se questo è abbastanza buono, gli impianti complessi e collegati al cyber sono più propensi a porre serie minacce alla sicurezza informatica.

Quindi, l'umano con gli impianti cerebrali o il brain jacking potrebbe essere sfruttato dagli attacchi informatici e trasformato gli umani con impianti in uno criminale. Supponiamo per un po 'di gruppo terrorista con il esperienza di hacking puoi avere accesso al politico, alla mente o persino ricattare qualcuno e controllare il cervello di chiunque per agire e assottigliarsi come fa il terrorista.

brainjacking

Quindi, il brainjacking che viene romanzato nei film sembra scientificamente vero nel prossimo futuro. Tuttavia, è importante sapere che c'è nessuna prova fino alla data ciò suggerisce che qualsiasi tipo di impianto è stato attaccato nel mondo reale e non esiste un tale paziente con tali impianti che sia stato attaccato.

Indipendentemente da cosa, è ancora un problema delicato che dobbiamo affrontare e produttori di dispositivi, regolatori, scienziati e ingegneri, e anche i medici dovrebbero pensarci prima che sia troppo tardi.

Inoltre, l'imminente caratteristica di impianti neurologici sembra luminoso; d'altra parte, una singola minaccia alla sicurezza informatica in termini di brainjacking potrebbe infrangere la fiducia del pubblico sulla sicurezza e la purezza dei dispositivi. Quindi, deve essere preso e dovrebbe essere affrontato seriamente.

Ti potrebbe piacere anche

Per tutte le ultime notizie di spionaggio / monitoraggio dagli Stati Uniti e da altri Paesi, seguici su Twitter , come noi Facebook e iscriviti al nostro Youtube pagina, che viene aggiornata quotidianamente.

Altri post simili

Menu